a

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore.

Instagram

Follow us

Gimel

  /  Elisabetta Franchi   /  Gimel su Fashion Magazine

Gimel su Fashion Magazine

PROGETTI FUTURI

E-commerce e digital marketing gli impegni dell’azienda, ma c’è spazio per investimenti nella tracciabilità e nella sostenibilità

La dichiarazione d’intenti è categorica: “Migliorare la presenza sul web, rendere i prodotti sempre più eco-compatibili e puntare sulla multicanalità”. Alberto Dalena, a.d. di Gimel, non perde tempo perché in realtà i progetti sul futuro sono molti di più e piuttosto ambiziosi. Dopo i riassetto societario dello scorso autunno, che ha portato la maggioranza dell’azienda del childrenswear nelle mani di Italglobal Partners, si prosegue con nuova energia.

Nell’immediato la realizzazione di una piattaforma e-commerce e investimenti più decisi nel digital marketing, mentre nel prossimo sono in primo piano sostenibilità e tracciabilità della filiera. Ma la crescita passa anche da una visione più internazionale del business: “Al momento – fa sapere Dalena – l’Italia rappresenta una quota rilevante del fatturato, tuttavia il progetto di sviluppo dei mercati procede a pieno rimo, con una strategia che coinvolge tutti i canali, wholesale, retail e online”.

Un altro obiettivo riguarda l’ampliamento del portfolio marchi. Al presente Gimel, appena insignita del Premio Industria Felix, produce in licenza le collezioni Elisabetta Franchi La Mia Bambina (nella foto), Philosophy di Lorenzo Serafini, Berwich, Dondup e Roberto Cavalli. Più un brand di proprietà di recentissima acquisizione: Le petit coco, disegnato da Consuelo Pinoca. “Siamo sicuri – commenta il ceo di Gimel – che unendo il suo estro alle nostre competenze riusciremo a creare un prodotto dallo stile pulito, sofisticato, in tessuti organici e made in Italy, per il quale stiamo valutando la possibilità di un flaggship store a Milano”. Ma c’è spazio anche per nuove licenze: “Abbiamo diverse interlocuzioni in corso – dice Dalena – sia con marchi affermati o in rilancio, sia con noi in fase d’approccio al bambino. Ma non posso anticipare troppo, suggerisco di tenere d’occhio i nostri canali social per gli aggiornamenti”. Intanto le novità di stagione includono due capsule di scena a Pitti Bimbo: quella di Le petit coco ispirata all’arte e al cinema, con t-shirt iconiche dedicate a Salvador Dalì, Frida Kahlo, Andy Warhol, Anna Wintour, Audrey Hepburn, Arancia Meccanica e Pulp Fiction; e quella di Philosophy di Lorenzo Serafini realizzata in co-branding con Smiley che punta su stampe spray dal carattere ironico e divertente.

(Fonte: Fashion N°7 del 20-06-2019)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi